Recensione: Mesauda Artist Colour

mesauda artist colour

Buonasera ragazze!
Benvenute nella primissima recensione del mio blog.

Questa volta vorrei parlarvi della linea “Mesauda Artist Colour”.
E’ un prodotto che in primis mi ha attirata per la sua caratteristica principale: essere un prodotto pensato per la nail art.

Potrà sembrare una sciocchezza ma quello che in principio mi ha spinta ad acquistare questa tipologia di colore (e a non utilizzare i colori che avevo a disposizione dal mio corredo artistico) era che fosse pensato e ideato per la realizzazione di nail art, quindi in primis mi sono detta “sarà meno nocivo a contatto con la pelle!” oppure “avrà sicuramente una fluidità nella stesura e una densità tale da agevolare questo tipo di lavoro.

Prima di passare alle conclusioni su questo mezzo ecco un po’ delle sue caratteristiche principali.

Innanzi tutto a sensazione (visto che non lo hanno specificato sulla confezione) si tratta di un inchiostro acrilico (per andare a vedere la specifica di questo acrilico vi rimando a questo post) quindi decisamente moooolto liquido. Per quanto riguarda l’inci di questo prodotto (che era la cosa a mio avviso più rilevante e che faceva pendere l’ago sulla decisione d’acquisto) così è composto: 2-octyl-2H-isothiazol-3one, 5-chioro-2-methyl-2H-isothiazol-3-one e 2-methyl-2H-isothiazol-3-one.
Sono diventata cieca a leggere questi termini! Se volete divertirvi come la sottoscritta a cercare la natura misteriosa di queste sostanze in turco aramaico vi lascio il sito dell’ ECHA , l’associazione chimica europea.
Se invece vi fidate sulla parola, vi appunto solamente che il prodotto indica nella tabella indicazioni come “può causare reazioni allergiche, non adatto per uso cosmetico”.

Ok, ok!
Non mi aspettavo di potermici fare il bagno dentro, ma almeno un pochino….! Quindi, se utilizzerete questo prodotto state bene attente a non avere contatto con la pelle e se, come la sottoscritta, vi ci rotolate nei colori perchè siete un pelino maldestre: andate a lavarvi le manine.

Ultimo punto prima delle conclusioni personali: il costo.
Questo prodotto non viene più venduto direttamente dalla Mesauda (o almeno, non nel momento in cui sto scrivendo questo post!) ma viene venduto da terzi. Lo trovate un po’ ovunque su internet.
Io personalmente ho acquistato tutta la palette sul sito stylebazar (vi lascio il link diretto al prodotto) in quanto si trovava spesso in sconto (all’epoca l’ho pagato 1,81€ a barattolo) ed era più comodo per me acquistare da un unico venditore, senza fare 3000 acquisti diversi su siti differenti (anche perchè ci dovete aggiungere le spese di spedizione per ogni ordine, e mica rischio di diventare povera!).

Quindi a mio parere il prezzo per questo tipo di prodotto era ottimale, i barattoli sono grandi e, fidatevi, con l’acrilico andate avanti per secoli. Altro punto a favore di questa linea era la presenza di colori primari (con i quali se siete pazienti potete creare altri colorini), il bianco e il nero, qualche tinta semi neon (un violone bello carico, un bel verde acceso e un bel blu navy) ma sopratutto l’oro e l’argento due colori che spesso in gel non mi soddisfano perchè poco pigmentati.

Arriviamo alle conclusioni finali di questo prodottino, al come mi ci sono trovata a dipingere.

Allora, premetto che non sono un’amante dei colori trooooppo diluiti in partenza per il semplice fatto che non riesco ad avere quella giusta via di mezzo con la diluizione. Mi spiego: se il colore di per se è troppo liquido non arriverò mai ad avere una consistenza più “tosta” per rifinire i dettagli e dall’altro canto rischierò con poche gocce d’acqua di rendere il tutto quasi acquarelloso sottolineo “quasi” perchè comunque la pigmentazione dell’acrilico resta e, a differenza dell’acquerello che svanisce e sfuma con l’acqua, rischiate di avere solo delle enormi macchie di colore che non riuscirete mai a sfumare o a sistemare.
Ricordate: l’acrilico è infame.
Aspetta solo che vi distraiate qualche istante per asciugare!

Tirando le somme: il rapporto qualità/prezzo secondo me è interessante, non lo consiglierei per chi è alle prime armi in quanto non è molto semplice da lavorare. Consiglio vivamente l’acquisto dell’oro e dell’argento, sono molto pigmentati e molto utili per qualsiasi nail art!

Con questo ragazze ho concluso, spero che possa esservi stata utile, se avete dubbi o perplessità basta che mi contattiate per mail o in direct su instagram @ongiotte

Un bacione!

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest

Articoli correlati

Tutorial: la Bocca!

Ciao Ragazze! Benvenute nel mio primissimo tutorial. Ho realizzato anche un piccolo video, che troverete alla fine di questo articolo, ma volevo comunque riassumervi come

Leggi

Dalila Cecchini

illustratrice di giorno,
nail artist di notte.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Dalila Cecchini

I Preferiti
Categorie
Sponsor

Wan to be a sponsor?

Contact me for the space in this place, info@ongiotte.it